DESIGNER

FIRME DA COLLEZIONE

 

La linea essenziale e avanguardista dei prodotti NEUTRA è il risultato di una ricerca creativa costante e approfondita per la quale NEUTRA si avvale della collaborazione di alcune fra le più grandi menti del design contemporaneo. Nomi di livello mondiale, per firmare una collezione senza tempo.

 

Leggi le firme del Design NEUTRA.

atelier oï

atelier oï nasce nel 1991, a La Neuveville in Svizzera, fondato da Aurel Aebi, Armand Louis e Patrick Reymond. Il suo nome deriva dal termine russo “troïka” che indica un gruppo di tre persone. Con spirito di squadra e una intima relazione con i materiali, da quasi 30 anni atelier oï si impegna a dissolvere le barriere tra i generi e a promuovere la creatività transdisciplinare.

Nato da un’affinità intuitiva ed emotiva tra i tre fondatori, atelier oï opera su svariati piani che includono architettura, interior design, product design e scenografia con collaborazioni trasversali alle discipline, creando soluzioni olistiche dall’oggetto allo spazio. I fondatori nutrono un forte interesse per la natura e i materiali naturali; l’expertise conseguita nella trasformazione di questi materiali permette loro di realizzare progetti che fondono sapienza artigianale e capacità di suscitare emozioni.

I tre fondatori sono architetti, designer e costruttori di imbarcazioni. Sono membri della FAS, la Federazione Architette e Architetti Svizzeri, e hanno presieduto il premio svizzero di design in qualità di Presidenti della Commissione federale del design (CFD) tra il 2008 e il 2016. Si sono formati alla Scuola di Architettura fondata da Alberto Sartoris in Svizzera e in seguito hanno ricevuto il titolo di dottore honoris causa dalla medesima istituzione.

atelier oï promuove la sperimentazione e lo scambio culturale attraverso il lavoro con i clienti e altre iniziative. Anche l’attività di professori a contratto (“visiting professor”) dei tre fondatori in numerose istituzioni di primo livello, quali ETH Zurich, ECAL Renens, la Guangzhou Academy of Fine Arts e la Kuwasawa Design School di Tokyo, contribuisce largamente a questi aspetti.

La combinazione di solide radici locali e di know-how internazionale ha permesso ad atelier oï di realizzare progetti di design per numerosissimi clienti nazionali e internazionali di svariati settori, inclusi Artemide, B&B Italia, Bulgari, Fendi CASA, Foscarini, Louis Vuitton, Nespresso, Pringle of Scotland, Rimowa e USM tra gli altri. Inoltre, atelier oï ha presentato mostre monografiche di sue opere a Zurigo, San Paolo del Brasile e Tokyo. Attualmente, atelier oï opera attivamente in un progetto umanitario in Cambogia a favore di Smiling Gecko.

I progetti di atelier oï trovano riconoscimento in tutto il mondo. atelier oï è stato insignito di alcuni dei più celebri riconoscimenti, tra cui numerosi IF Design Award, lo Europan 3, lo European Museum of the Year Award, il Red Dot Design Award e il Product of the Year.

MARIO BELLINI

Mario Bellini è un architetto e designer noto in tutto il mondo. Ha ricevuto il Premio Compasso d’Oro otto volte e 25 delle sue opere sono nella collezione permanente del MoMA di New York, che gli ha dedicato una retrospettiva nel 1987. È stato direttore della rivista Domus (1985-1991). Ha progettato numerose mostre d’arte e di architettura sia in Italia, sia all’estero, tra le ultime quelle a Palazzo Reale con i capolavori di Giotto (2016) e al Museo del Novecento dedicata a Margherita Sarfatti (2018-2019).
Nel 2015 la Triennale di Milano gli ha assegnato la Medaglia d’oro alla carriera per l’Architettura e nel 2017 gli ha dedicato una mostra retrospettiva che ora inizia il suo tour mondiale: prima tappa a Mosca (marzo 2019).

Dal 1980, si dedica prevalentemente all’architettura. Tra gli edifici progettati e realizzati figurano il Quartiere Portello di Fiera Milano, il Centro Espositivo e Congressuale di Villa Erba a Cernobbio (Como), il Tokyo Design Centre in Giappone, l’America Headquarters di Natuzzi negli Stati Uniti, la National Gallery of Victoria a Melbourne, l’Headquarters della Deutsche Bank a Francoforte, il Museo di Storia della Città di Bologna, l’edificio per il Dipartimento delle Arti Islamiche al Louvre di Parigi, e il nuovo Centro Congressi di Milano, il più grande d’Europa. A Roma-Fiumicino è stato recentemente ultimato l’Airterminal internazionale T3, mentre è stato appena inaugurato il nuovo Headquarters of Generali Group a Trieste.

I progetti recentisono la Nuova Scuola Politecnica di Genova (2006- 2020), una vasta struttura alberghiera e residenziale a Virgin Gorda Island nelle British Vergin Islands (2018-2020) e la nuova sede della RAI a Milano (2018-2020). Ha diversi progetti in fase di studio, tra i quali, il “Bin-County Project”, una nuova città per lo spettacolo, lo sport e la cultura nel distretto di Harbin in Cina (2018-2023) e un grande complesso sportivo, culturale e residenziale “Oasis” nei Paesi del Golfo (2014-2022).

GABRIELE E OSCAR BURATTI

Gabriele Buratti, architetto e professore di Architettura degli Interni alla Facoltà del Design del Politecnico di Milano, e Oscar Buratti, architetto, formano lo studio di architettura e design BURATTI ARCHITETTI. Diverse sono le scale del progetto su cui lo studio lavora in maniera trasversale, passando dall’architettura di edifici ed aree urbane a quella degli interni di spazi domestici e commerciali, dal design di mobili ed oggetti all’allestimento di mostre e showroom, in un percorso professionale intenso e variegato, dove si intrecciano, contaminandosi, i temi, i luoghi e le tipologie, le aziende e le persone, i materiali e le lavorazioni, con l’intento di coniugare cultura e specializzazione professionale, sperimentazione e tecnica, visioni originali e qualità del prodotto.

Nei settori dell’interior collaborano con brand prestigiosi come Pagani Automobili, La Perla, Automobili Lamborghini, Husqvarna Motorcycles, Oroblù, Acerbis Italia, Tre Marie, realizzando boutique, spazi espositivi ed interni nelle più importanti città del mondo. Nel campo del design collaborano con importanti aziende tra cui B&B Italia, Flexform, Fontana Arte, Gallotti&Radice, Lema, Living Divani, Paola Lenti, Poltrona Frau, Porada, Porro, Ditre Italia, Gervasoni.

DRAW STUDIO

DRAW è uno studio fondato da Luca Martorano e Mattia Albicini con sede in Alto Adige e Toscana. Ma è prima di tutto un concetto, un brand creato attorno alla loro idea di progetto, i cui valori mirano alla qualità produttiva, alla ricercatezza e ad una composta e misurata eleganza.

Fin dall’inizio la loro visione funzionale del design tesa a bilanciare equamente tecnica e stile, tradizione e innovazione, li ha portati a coordinare progetti in settori molto disparati, cercando nel proprio paese e all’estero le eccellenze produttive in grado di coniugare abilità costruttiva, dedizione alla tradizione, disponibilità alla sperimentazione e qualità nella comunicazione dei propri valori. Lavorano costantemente al fianco della produzione, gli piace come un materiale si trasforma in oggetto, tengono a come questo viene fatto e da chi viene fatto, cercando di coglierne i segreti e apprezzando l’imperfezione del loro lavoro manuale. Prediligono materiali autentici e volumi puri, prestando estrema attenzione ai dettagli e lasciando che siano questi ad essere i protagonisti dei loro spazi. Mossi dalla passione per gli autori italiani del secondo novecento, nei loro ambienti lasciano trasparire citazioni dei classici del passato e amano i pezzi che rivelano tracce di quella memoria.

DRAW è un contenitore di progetti e di esperienze di produzione molto diverse tra loro, dove ogni lavoro è accomunato agli altri dalla profondità della ricerca, la massima cura del risultato finale, l’attenzione al rapporto tra le persone coinvolte e, a partire dai primi schizzi fino al risultato finale, sono alimentati dalla genuina passione per il disegno.

ZAHA HADID ARCHITECTS

Lo studio Zaha Hadid Architects (ZHA) nasce a Londra nel 1979, ad opera della sua fondatrice Dame Zaha Hadid. Tra le figure più influenti dell’architettura del suo tempo, Zaha ha scritto una pagina importante nella storia di questa professione in quanto prima donna a essere insignita del Pritzker Architecture Prize nel 2004, il premio Nobel dell’architettura.

Nel corso dei successivi 44 anni, ZHA si è sviluppato fino a diventare uno studio di importanza globale, con oltre 500 collaboratori e sedi a Londra, Berlino, Dubai, Pechino, Hong Kong, Shenzhen e presto anche negli Stati Uniti. Essere basati in città tanto vivaci e dinamiche, ci permette di diventare parte integrante di comunità caratterizzate da un forte pluralismo e di interagire con persone provenienti da background e culture diversi.

Il team internazionale è incredibilmente multietnico, con persone provenienti da oltre 50 paesi diversi. La diversità rappresenta un enorme punto di forza. Questo significa essere in grado di lavorare con clienti di tutto il mondo e comprendere e inglobare culture e tradizioni locali nel loro design. Un mix unico e ricco di visioni e prospettive che aiuta a plasmare i progetti e il lavoro con maggiore consapevolezza e inclusività.

Zaha Hadid Architects è conosciuto per la sua capacità di andare oltre i confini, esplorando sempre nuove possibilità in architettura. Un design che soddisfa un ampio ventaglio di soluzioni architettoniche per i più svariati settori, territori e per progetti di entità differenti. Dal punto di vista creativo, approcciano ogni progetto con uno sguardo rivoluzionario, realizzando soluzioni straordinarie dal punto di vista visivo e funzionale. Collaborano costantemente con esperti, costruttori e contractor alla ricerca di materiali che offrano soluzioni innovative in grado di soddisfare le sfide e le opportunità della loro vision creativa.

Steve Leung

STEVE LEUNG

Architetto, Interior e Product Designer, nasce nel 1957 a Hong Kong dove consegue la laurea in Architettura e il Master in Pianificazione Urbana. Nel 1987 apre il suo studio di Progettazione Architettonica e Urbana con sede principale a Hong Kong e filiali a Pechino, Shanghai, Guangzhou e Chengdu.

13 volte vincitore dell’Andrew Martin International Award, l’Oscar del Design, è stato definito nel 2015 da INTERNI una delle 50 persone più influenti a livello mondiale e uno dei 30 Designers più influenti da FORBES China.

Ad oggi il suo studio ha ricevuto crediti di oltre 130 premi in Asia e in tutto il mondo. Nel 2014 e 2015 Steve ha dato vita ad altre tre società specializzate in design e servizi in vari campi guidate dal motto “DESIGN WITHOUT LIMITS”.

MIGLIORE+SERVETTO

Migliore+Servetto, fondato nel 1997 da Ico Migliore e Mara Servetto, è uno studio di progettazione italiano con sede a Milano che ha realizzato oltre 800 progetti in 21 nazioni, ottenendo prestigiosi riconoscimenti internazionali, tra cui tre Compassi d’Oro. Lo Studio è specializzato nell’ideazione di progetti di branding e di spazi narrativi – aree pubbliche, musei, mostre, installazioni, progetti per il retail, l’accoglienza, l’intrattenimento – che investono tutti i livelli, dall’interior design alla grafica, dai video alla multimedialità, a cui si affianca l’attività di ricerca e didattica, a livello internazionale. Infatti, Ico Migliore è Professore al Politecnico di Milano e Chair Professor alla Dongseo University di Busan (Corea del Sud), mentre Mara Servetto è Visiting Professor alla Joshibi University di Tokyo dal 2009.

Tra le imprese e istituzioni che si sono affidate allo Studio si citano grandi aziende come Max Mara, Tod’s, Giorgio Armani, Adidas, Fila, Lexus, Alcantara, Boffi, Samsung, Whirlpool, Bombardier, New York Times, Wallpaper*. Portano la firma di Migliore+Servetto interventi per alcune delle principali destinazioni culturali in Italia ed Europa, come il Museo Egizio di Torino, il Museo Miramare di Trieste, il Museo Chopin di Varsavia, l’ADI Design Museum di Milano. In tema di design urbano, Migliore+Servetto ha firmato il progetto del Blue Line Park a Busan, in Corea del Sud, vincitore del City_Brand&Tourism Landscape Award 2021, e il Waterfront Door / Into the Ocean, realizzato sempre a Busan in collaborazione con 40 artisti locali. Inoltre ha curato l’Interior, Exhibition, Multimedia & Graphic Design delle Procuratie Vecchie in Piazza San Marco di Venezia, progettando gli spazi della nuova sede della Fondazione sociale del Gruppo Generali, The Human Safety Net.

Elia Nedkov

ELIA NEDKOV

Nato in Bulgaria nel 1971 ma di nazionalità austriaca, studia moda a Vienna e successivamente, architettura presso il Politecnico di Graz dove, nel 1998, fonda uno studio specializzato in architettura, design e grafica, ispirato dai principi guida della sensibilità e semplicità. Nel 2003 trasferisce il suo studio a Milano, dove lavora a tutt’oggi come architetto, designer e direttore artistico.

Ha ottenuto vari riconoscimenti internazionali tra cui il “Polydecor Design Award” e la vittoria del concorso “DuPont Corian for a food & coffee bar”. Uno dei suoi progetti è citato tra i 100 progetti all’avanguardia del 2014, nel settore del retail design. Nel 2015 riceve il premio “Best Project” da Archilovers.

nespoli e novara

nespoli e novara

Ambrogio Matteo Nespoli e Alberto Novara, nascono a Seregno negli anni 1969-1970, aprono il loro studio di progettazione nel 2000 e si laureano in architettura al Politecnico di Milano nel 1996-1998, lo studio opera sviluppando progetti di architettura e design.

Tra le tipologie progettuali realizzate: edifici residenziali, ristrutturazioni conservative di edifici privati, pianificazioni di spazi per il lavoro, uffici, spazi commerciali, showroom, prodotti per aziende di arredamento. Lo studio è inoltre attivo nella comunicazione aziendale e realizza progetti di immagine coordinata e allestimenti nel settore del disegno industriale e architettonico con aziende italiane e straniere.

Collaborano con aziende quali:  Zucchetti, Graff, Riva 1920,Friul Mosaic Yourbeer, Calzaturificio Romano Martegani  1891, Neutra, Rapsel, Vola, Nito, Quality-Bau, Toscoquattro. Le loro creazioni sono comparse più volte su importanti riviste nazionali e internazionali di architettura, design e arredamento come “Interni”, “Elle Decor” e “Wallpaper.

STUDIOPIVA

Fondato nel 2018 da Oliver e Daniel Piva, come proseguo dello Studio Paolo Piva dove hanno avuto la possibilità di collaborare e sviluppare, accanto al padre, architetto e de-signer di fama internazionale, l’esplorazione di un preciso percorso professionale.
Lo studio si occupa di architettura, interni, design del prodotto. L’approccio progettuale attraversa la ricerca tra sperimentazione e innovazione, per arrivare alla sintesi tra forma e funzione.

Oliver Piva nato a Padova nel 1972, dopo la maturità artistica, studia architettura e nel 2001 si laurea con il Prof. Heinz Tesar in Architettura presso la Facoltà di Architettura di Venezia, IUAV.
Daniel Piva nato a Padova nel 1974, dopo la maturità artistica, studia architettura presso la facoltà di architettura IUAV, e nel 2001 si laurea con il Prof. Borek Sipek in Industrial Design presso l’Università delle Arti Applicate di Vienna.

La loro consolidata abitudine al continuo confronto con diverse scale del progetto, li porta a collaborare con prestigiose aziende tra le quali: Poliform, Ambrosi, Vortice, Casals, Athic, Wittmann, Ycami, Pentalight, Marac e Former.
Da novembre 2022 inizia una collaborazione con Neutra.

Matteo Thun

MATTEO THUN

Nato a Bolzano nel 1952, ha studiato all’Accademia di Salisburgo con Oskar Kokoschka laureandosi poi in architettura a Firenze con Adolfo Natalini. Ha collaborato per alcuni anni con Ettore Sottsass, partecipando alla fondazione del gruppo Memphis, movimento che ha lasciato una traccia indelebile nella storia del design recente.

Nel 1984 ha aperto un proprio studio a Milano e nel decennio successivo è stato direttore creativo di Swatch. Designer e architetto di fama mondiale, particolarmente attento ai temi della sostenibilità, del benessere e della relazione tra uomo e natura, ha conquistato tre volte il Compasso d’Oro ed è membro del prestigioso Royal Institute of British Architects.